La chirurgia orale o odontostomatologica si occupa dell’estrazione di denti molto malati o danneggiati che non è possibile salvare con altra terapia, della rimozione di radici o di denti rimasti inclusi o semi-inclusi nell’osso, asportazione di cisti e tumori e neoformazioni del cavo orale.

In alcuni rari casi e dopo aver valutato attentamente ogni possibile alternativa, la chirurgia orale può prevedere l’estrazione di denti sani a causa di un  ”affollamento dentario” (situazione in cui la larghezza complessiva degli elementi dentari di un’arcata è superiore alla larghezza dell’arcata stessa) o ai fini di una corretta terapia ortodontica.